Bergamo International Jazz day 2024

 

Programma

Jazz Day a scuola: 27 marzo Liceo Lussana, 3 aprile IS San Pellegrino, 9 aprile IC Donadoni, 11 aprile IC Val Serina/San Pellegrino Terme, 12 aprile IC Consonni Castelrozzone, 13 aprile IC Verdellino, 15 aprile IC Viale Lombardia Cologno Monzese, 17 aprile Scuola Bambino Gesù Bergamo, 18 aprile IC Consonni Lurano, 22 aprile IC Camozzi Bergamo, 22 aprile IC Suisio, 24 aprile IS Mamoli Bergamo

Musica e parola:

  • Alceste Ayroldi Comunicare la Musica 10 aprile ore 20 CDpM
  • Andrea Polinelli, presentazione libro Gato Barbieri Art Digiland 21 aprile ore 18 Galleria Quarenghicinquanta – segue concerto Andrea Polinelli, sax tenore – Claudio Angeleri, piano – Marco Esposito, basso, Matteo Milesi batteria
  • Giulio Visibelli Musicisti Italiani di Jazz incontrano il CDpM 22 aprile ore 30 CDpM

Musica e immagini

  • Gianluigi Trovesi presentazione del Docufilm Berg Heim: una piccola montagna magica – segue concerto Gianluigi Trovesi-Giovanni Falzone e studenti Conservatorio Marenzio Brescia – 14 aprile ore 17  Modernissimo Nembro
  • Trovesi Ottanta Mostra fotografica di Dario Guerini 20 e 21 aprile Quarenghicinquanta

Global Concert con 100 musicisti – 30 aprile ore 20 Modernissimo Nembro 

Tutti gli eventi sono ad ingresso libero

Il manifesto della decima edizione di Bergamo International Jazz Day evidenzia l’immagine di Gianluigi Trovesi, di cui si festeggia quest’anno l’ottantesimo compleanno, come ambasciatore del jazz italiano nel mondo ma figura di riferimento del ricco movimento jazzistico bergamasco.

Bergamo da più di mezzo secolo rappresenta una provincia ad alta vocazione jazzistica grazie alla concomitanza di diversi fattori: la lungimiranza dei pionieri del jazz italiano quali Trovesi, Bergamelli, il maestro Aldo Sala, Paolo Arzano – alla cui memoria è dedicata la rassegna, la continuità di un festival di rilievo internazionale come Bergamo Jazz, l’attività di formazione professionale e diffusione del jazz del Centro Didattico produzione Musica, l’adesione di un pubblico folto e competente, la presenza sul territorio di decine di musicisti bergamaschi.  Per questo motivo l’iniziativa UNESCO nata per celebrare il 30 aprile la giornata mondiale del jazz ha trovato a Bergamo una adesione particolare che si è voluto estendere a tutto il mese di aprile per dare spazio alle iniziative concertistiche, didattiche, espositive. La regia condivisa del programma bergamasco è del Centro Didattico produzione Musica, dell’Assessorato all’Istruzione del Comune di Bergamo, del Comune di Nembro, della Fondazione della Comunità Bergamasca, collegandosi a una rete più ampia di scuole di musica distribuita in tutta Italia, dal Piemonte alla Sicilia.

Il clou del cartellone bergamasco è il concerto globale del 30 aprile alle ore 20 all’Auditorium Modernissimo di Nembro (ingresso libero) con la partecipazione di un centinaio di musicisti riuniti in diverse formazioni tra cui Gianluigi Trovesi, Andrea Goretti, Kimeia, Mercante d’autore, Neranima Project, Yugen Maki, North by Northwest, Martina Cirillo, Andrea Rubini, Elena Biagioni, Michele Gentilini, Greta Caserta, Alex Crocetta, Emilio Maciel, Piero Pasini, Pietro Berti, Double Deal, Giuseppe D’Avino, Ermanno Novali, Guido Bombardieri, Fabio Brignoli, Ludovico Cucchetti, CDpM europe Ensemble, Nicholas Lecchi, Paolo Manzolini, Vittorio Marinoni, Matteo Milesi, Michele Paternoster, Marco Esposito, Matteo Vertua, Leonardo Serafini Pap, Safye Haciogullary, Marta Fiorani, Benedetta Belotti, Francesca Facchinetti.

Le iniziative iniziano però già il 3 aprile all’Istituto Superiore San Pellegrino per una serie di lezioni concerto  denominate Jazz Day a Scuola tenute da Claudio Angeleri e Nicholas Lecchi che coinvolgono 14 istituti comprensivi e scuole superiori della provincia: IC Donadoni, Santa Lucia Camozzi e Bambino Gesù di Bergamo, il Liceo Scientifico Lussana, l’Istituto Statale di Istruzione Superiore Mamoli, l’IC di Verdellino e Zingonia, l’IC Levi Montalcini di Suisio, l’IC Valle Serina e San Pellegrino Terme, IC Consonni di Arcene, Lurano e Castel Rozzone.

È prevista una sezione dedicata al rapporto tra musica e parola con un seminario di Alceste Ayroldi (10 aprile ore 20 CDpM), la presentazione del libro su Gato Barbieri con l’autore Andrea Polinelli che presenterà dal vivo la musica del sassofonista argentino il 21 aprile alle 18 alla Galleria Quarenghicinquanta, e il seminario dell’Associazione Nazionale Musicisti Jazz MIDJ sul mestiere del musicista il 22 aprile alle 20 al CDpM con Giulio Visibelli.

Bergamo International Jazz Day prevede un approfondimento particolare su musica e immagini il 14 aprile all’Auditorium Modernissimo ore 17 con la proiezione del docufilm Berg heim: una piccola montagna magica il progetto orchestrale di Gianluigi Trovesi dedicato a Thomas Mann realizzato grazie al contributo dell’Orchestra del Conservatorio L. Marenzio di Brescia con l’arrangiamento di Corrado Guarino e la presenza del trombettista Giovanni Falzone. Trovesi insieme a Falzone e un gruppo di studenti si esibirà inoltre in apertura della proiezione.

La galleria Quarenghicinquanta infine dedicherà una mostra fotografica di Dario Guerini dedicata a Gianluigi Trovesi e un focus particolare su Gato Barbieri il 20 e 21 aprile. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero info@cdpm.it

 

Tutti gli eventi sono ad ingresso libero

 

Rassegna stampa

Fotografie Luciano Rossetti

Fotografie Gianni Fano